Come promesso nel post precedente, in questo articolo parlerò di un aspetto che, fino a pochi mesi fa, mi ha reso oggettivamente difficile la gestione quotidiana del lavoro. Lo farò per collegarmi con un aspetto che, a mio avviso, può aiutarti molto nella redazione e nell’ottimizzazione – attenzione, questa parola non si utilizza solo quando si discute di SEO – dei contenuti testuali per il tuo brand.

La distanza dai valori

Dal 2017 a questa parte, per motivi di varia natura che non devono trovare posto su queste pagine, sto vivendo un percorso di crescita e cambiamento personale affiancata da professionisti come psicologi, coach ed esperti di medicina alternativa (per quanto riguarda il secondo e il terzo caso, ho scelto di rivolgermi a una psicologa e a un medico con alle spalle anni di esperienza).

Questo mi ha aiutato a superare, con una corsa a ostacoli che non è stata certo breve, il fatto di tendere spesso a scegliere, per tacitare alcuni momenti di dialogo interno, lavori lontani dai miei valori.

Il risultato? Ero diventata una scimmia che batteva sulla tastiera e non riuscivo più a trovare lo stimolo giusto per alzarmi la mattina e dire “Amo il mio lavoro”. Come ne sono uscita? Lavorando sull’essenzialità e tornando alle basi:

  • Ho cominciato a scegliere le collaborazioni pensando a cosa avrebbe voluto la Beatrice di dici anni fa, al principio del suo percorso lavorativo e con il sogno di poter vivere di scrittura.
  • Ho scelto di non aver più timore di dare a questo spazio una veste forse poco convenzionale, ricca di dettagli dei quadri della mia vita personale e dei loro incroci con quella professionale.

Se anche tu, almeno una volta, hai avvertito lontananza dai tuoi valori nella gestione quotidiana del lavoro, può anche darsi che tu abbia incontrato difficoltà nel raccontare le sfaccettature che lo caratterizzano. Come risolvere questo problema? Ecco qualche consiglio!

Pensa al momento più bello legato al tuo lavoro e disegnalo

Sì, hai capito bene: disegna. Non importa se il risultato non è perfetto. Quello che conta è fissare le immagini concrete relative alla tua attività.

Crea una mappa mentale

A partire dal termine che identifica al meglio la tua attività, crea una mappa mentale. Il vantaggio di questo semplice compito è legato al fatto che, per ogni diramazione, è necessario selezionare una sola parola.

Si tratta di una sfida molto utile per selezionare ulteriormente le immagini in grado di rappresentare un determinato percorso professionale.

Chiedi consigli

Non aver paura di chiedere consigli sia a chi lavora con te, sia a chi ha visto nascere la tua attività. Potrebbero scaturire degli spunti interessanti capaci di riportarti all’inizio del percorso del tuo business, facendoti riscoprire quella genuinità fondamentale per raccontare al meglio i dettagli e l’unicità della tua professione.

Puoi cominciare, se vuoi, dall’about page. Per dritte specifiche in merito, non devi fare altro che contattarmi!